ricostruzione

Solo se risulti proprietario, usufruttuario o titolare della casa

logosismalungolungo

Danni alle imprese

Procedure

I danni che non riguardano l'immobile vanno conteggiati partendo dall'inventario delle scorte e dal registro dei beni ammortizzabili  

La tua attività ha subito danni ?

Il danno può non riguardare il solo immobile ma anche i beni mobili e le scorte di prodotto 

logo, memoria e ricostruzione, memoria, ricostruzione, sisma, sisma2016, 24 agosto, post sisma, ordinanza, impresa, attivit? produttive, attivit?
freccia

CHI

Se sei il proprietario, l'usufruttuario o il titolare di diritto di garanzia dell'immobile, o il rappresentante legale di un'attività sita nel "cratere"

Potrai richiedere il contributo per i danni subiti

Potrai richiedere il contributo per far fronte alle spese di ricostruzione dell'immobile, per l'acquisto di macchinari nuovi e per il ristoro delle perdite delle scorte

Dovrai però migliorare sismicamente la tua attività

Presta attenzione ad eventuali contratti di leasing: dovrai leggere il contratto per capire a chi spettano le opere di manutenzione straordinaria o il rischio per la perdita del bene per stabilire chi potrà richiedere il contributo

O potrai decidere di delocalizzare l'attività (vedi la guida alla delocalizzazione)

freccia

COSA FARE

Il professionista redigerà

  • il progetto degli interventi
  • il quadro economico dell'opera
  • gli allegati necessari
  • la perizia giurata per la stima delle perdite da attrezzature o da scorte

Il professionista deve essere iscritto all'elenco speciale pubblicato sul sito www.sisma2016.gov.it 

Rivolgiti ad un professionista

memoria e ricostruzione, memoria, ricostruzione, sisma, sisma2016, 24 agosto, post sisma, ordinanza, professionista, ingegnere

Devi fornire al progettista :

  • Gli estremi di iscrizione al catasto dell'immobile;
  • La verifica AeDES
  • L'ordinanza comunale con cui l'edifcio è stato dichiarato inagibile.
  • il libro inventario o registro dei beni ammortizzabili
  • ​le scritture contabili di magazzino
logo, memoria e ricostruzione, memoria, ricostruzione, sisma, sisma2016, 24 agosto, post sisma, ordinanza, impresa edile, imprese

L'impresa essere scelta tra 3 imprese che abbiano presentato offerta per i lavori e deve aver garantito il miglior prezzo.

L'impresa deve essere iscritta all'elenco speciale pubblicato sul sito www.sisma2016.gov.it 

Nomina un'impresa

La banca erogherà il contributo assegnato secondo determinate modalità

La banca sarà tra quelle che hanno aderito alla convenzione speciale per la ricostruzione di cui al sito https://sisma2016.gov.it/2017/03/29/pubblicato-lelenco-delle-banche-che-potranno-erogare-finanziamenti-agevolati/

logo, banca, finanziamento, rimborso, memoria e ricostruzione, memoria, ricostruzione, sisma, sisma2016, 24 agosto, post sisma, ordinanza,

Scegli una banca

Il progettista trasmetterà la richiesta  informatica per te all' UFFICIO SPECIALE PER LA RICOSTRUZIONE

Entro il 31 Dicembre 2017

freccia

ENTRO 90 GIORNI
SARA' EMANATO IL PROVVEDIMENTO DI CONCESSIONE DAL VICE COMMISSARIO STRAORDINARIO

 A quanto ammonta il contributo?

Il contributo è determinato confrontando il costo parametrico fornito dal Commissario straordinario per l'emergenza ed il costo degli interventi determinato mediante l'utilizzo di un prezzario speciale fornito ai professionisti per l'emergenza sisma 2016.

​Il contributo così determinato potrà ricomprendere sino al 100% dei costi da sostenere per l'immobile, compresi i costi di acquisto dei beni ammortizzabili distrutti ed un ristoro forfettario per la depauperazione delle scorte

Sarà compito del progettista determinare in via preliminare il contributo richiesto, da far validare in sede di richiesta presso l' Ufficio speciale per le ricostruzione. Il contributo è cumulabile con altre forme di incentivazione statale (reg. de minimis, ecc...)

Come avviene l'erogazione del contributo?

I lavori dovranno essere ultimati entro 18 mesi dal provvedimento di concessione.

L'erogazione del contributo avverrà tramite l'istituto bancario scelto, in diverse tranche in base allo stato di avanzamento dei lavori (S.A.L.).
Sarà possibile richiedere un anticipo che potrà coprire il 20% dell'importo richiesto a contributo includendo in tale importo un massimo dell'80% dell'importo previsto per la progettazione.
Successivamente i pagamenti saranno erogati in 4 tranche (o S.A.L.) di cui l'ultimo a completamento delle opere, comprovato da dichiarazione di agibilità, del collaudo strutturale e della rendicontazione delle opere.
​Sarà compito del progettista individuare le azioni necessarie all'ottenimento delle erogazioni.

Le modalità valgono sia in caso di lavori di tipo edile che per quanto riguarda i beni strumentali e le scorte

©​ 2017 Stancanelli Russo Associati  - Via De Caro 104  95126 - Catania, Italia​. Telefono: +39 095 7121787 - info@stancanelli.it​

Create a website